La AEW torna al milione di ascolti grazie a Blood & Guts



by   |  LETTURE 439

La AEW torna al milione di ascolti grazie a Blood & Guts

Dopo settimane in ribasso che non hanno mai portato a toccare la quota del milione con gli ascolti, finalmente la All Elite Wrestling e il suo principale show settimanale Dynamite, sono riusciti nell’impresa di raggiungere e superare (seppur di poco) la soglia del milione di ascolti.

Nello specifico la puntata dello scorso mercoledì ha registrato 1.02 milioni di visualizzazioni e uno 0.36 nella ormai famosa Demo resa celebre virtualmente da Chris Jericho (in quel periodo soprannominato “The Demo God”).

Un rialzo in cui ha sicuramente influito il main event tanto discusso dello show, ovvero la seconda edizione del Blood & Guts vinto dalla Blackpool Combat Club capitanata dal nuovo AEW World Champion (seppur a Interim) Jon Moxley con l’aggiunta del nuovo innesto Claudio Castagnoli (Cesaro in WWE ndr).

Un segno importante che da sicuramente conferma alle parole di Kenny Omega rilasciate alcune ore fa. Parole in cui l’ex campione del mondo IWGP e AEW, ha parlato del cambiamento che il Wrestling sta subendo negli ultimi anni sotto tanti punti di vista e, uno di questi, è sicuramente il percorso che porterà sempre più a meno storie raccontate e tanta peté lottata a prevalere.

Una visione sicuramente interessante da parte del canadese, quale i fan più accaniti della federazione di Jacksonville attendono con ansia e trepidazione per un imminente rientro sul ring. L’ultima presenza di Omega infatti, risale al novembre 2021 ovvero nell’episodio di Dynamite post Full Gear, evento in cui venne sconfitto da Adam “Hangman” Page, l’unico capace di strappargli dalla vita la cintura AEW.

Tanti aspetti sono cambiati e continueranno a farlo, di certo la AEW è Tony Khan ora potranno festeggiare il risultato di questi ascolti e tentare di lavorare nel migliore dei modi per avvicinare nuovo pubblico e riprendere un rialzo di ascolti mancante da fin troppo tempo.

A proposito di Blood & Guts, ne abbiamo parlato nell’ultimo episodio del Pro Wrestling Culture (numero 205) che potete tranquillamente reperire qui sotto.