AEW: annunciata la seconda edizione di Grand Slam

La puntata speciale di Dynamite, in diretta dall'Arthur Ashe Stadium di New York, tornerà anche quest'anno

by Luca Carbonaro
SHARE
AEW: annunciata la seconda edizione di Grand Slam

Consegnato agli archivi Forbidden Door, PPV in collaborazione con la New Japan Pro Wrestling che ha regalato grandi sorprese (tra cui il debutto di un ex WWE), l'AEW si appresta a guardare al futuro: è stata infatti annunciata la seconda edizione di Grand Slam, puntata speciale di Dynamite trasmessa in diretta dall'Arthur Ashe Stadium di New York.

L'appuntamento è fissato a mercoledì 21 settembre! Nella stessa sera saranno registrati anche i segmenti di Rampage. I biglietti, come annunciato nelle scorse ore, andranno in vendita il 22 luglio. Al momento non è ancora stato annunciato alcun match, ma la card sarà senza dubbio definita nelle prossime settimane.

La seconda edizione di AEW Dynamite Grand Slam si farà

La puntata inaugurale di Grand Slam, tenutasi lo scorso anno, si aprì con un fantastico match tra Bryan Danielson e Kenny Omega, terminato in pareggio dopo una battaglia di ben 30 minuti.

Allo spettacolo furono presenti oltre 20mila fan, segnando un grande record per lo show.

Non sappiamo, invece, se quest'anno ci sarà o meno MJF, letteralmente scomparso dopo la pipebomb ai danni di Tony Khan e dell'intera Compagnia.

Il wrestler di Long Island è stato rimosso da qualsiasi materiale pubblicitario targato AEW, dalla pagina ufficiale del roster, rimane silente sui social e nessuno conosce davvero il suo status. Si erano diffuse alcune voci secondo cui Maxwell stesse pensando a una carriera in quel di Hollywood, seguendo le orme di The Rock e John Cena, ma anche in questo caso si tratta soltanto di speculazioni.

Un ritorno in pompa magna in una cornice di prestigico come Grand Slam, essendo lui un nativo di Long Island, sarebbe perfetta per far parlare nuovamente di sè. Non dovrebbe esserci invece CM Punk, ancora ai box per via di un infortunio riportato nel post Double or Nothing.

Il wrestler di Chicago rimane in ogni caso il campione della Compagnia e, non apena avrà l'ok medico per tornare, si scontrerà con Jon Moxley, diventato AEW World Champion ad interim proprio a Forbidden Door dopo aver sconfitto Hiroshi Tanahashi in un sanguinolento main event.

Dynamite
SHARE