Il ricordo di Bully Ray: "Jeff Hardy ci ha messo in difficoltà quel giorno"

Il mondo del wrestling è stato scosso da una serie di eventi nelle ultime settimane

by Simone Brugnoli
SHARE
Il ricordo di Bully Ray: "Jeff Hardy ci ha messo in difficoltà quel giorno"

Il mondo del wrestling è stato scosso da una serie di eventi nelle ultime settimane. Dal presunto rilascio di Sasha Banks allo scandalo McMahon, passando per l’arresto di Jeff Hardy. Come ormai tutti sanno, quest’ultimo è stato arrestato in Florida per guida in stato di ebbrezza.

Si tratta del terzo episodio di questo tipo per l’ex star WWE negli ultimi dieci anni. Il ‘Charismatic Enigma’, attualmente sotto contratto con la All Elite Wrestling, è stato sospeso senza paga da Tony Khan e dovrà andare in riabilitazione se vorrà rimettere piede sul ring.

Oltre ad essere un sei volte campione del mondo, il 44enne di Cameron ha vinto cinque volte l’Intercontinental Championship, una volta lo United States Championship, una volta l’European Championship, una volta il Raw Tag Team Championship e una volta lo SmackDown Tag Team Championship insieme a suo fratello Matt.

Ciò lo ha reso il nono wrestler nella storia della WWE ad aver completato il Grand Slam. Nell’ultima edizione del podcast ’83 Weeks’, Bully Ray ha ricordato il celebre incidente occorso a Jeff durante il PPV ‘Victory Road’ di IMPACT Wrestling.

Hardy avrebbe dovuto lottare con Sting per il TNA Heavyweight Championship, ma si è presentato nel backstage troppo ‘alterato’ per potersi esibire.

Il racconto di Bully Ray

“Eravamo tutti quanti terrorizzati, mancava pochissimo all’inizio dello show e non sapevamo cosa fare” – ha raccontato Bully Ray.

“Ad un certo punto, mi è venuta un’idea. Ho detto ai dirigenti che sarei salito sul ring io stesso e che avrei attaccato Sting. Magari avrei utilizzato un tavolo, in modo da entusiasmare le persone e farle andare a casa felici.

Quel ‘fumo’ sarebbe servito a nascondere le reali condizioni di Jeff Hardy” – ha aggiunto. Konnan si è invece scagliato contro la AEW: “Jeff non doveva essere impiegato ogni singola settimana.

A questo punto della sua carriera, dovrebbe realizzare promo e prendere parte a piccoli segmenti. Non è più in grado di fare la superstar a tempo pieno. Ha bisogno di staccare la spina, avendo più di 40 anni e una storia travagliata alle spalle”.

Jeff Hardy
SHARE