Athena: "Dopo aver lasciato la WWE non sapevo più se continuare a lottare"



by   |  LETTURE 375

Athena: "Dopo aver lasciato la WWE non sapevo più se continuare a lottare"

Nonostante sia entrata a far parte della AEW a Double or Nothing solo un mese fa, Athena ha già fatto diverse apparizioni nella federazione di Tony Khan. L'ex Superstar WWE Ember Moon è anche già alle prese in una rivalità con la campionessa TBS Jade Cargill, Stokely Hathaway e la Baddie Section, Red Velvet e Kiera Hogan.

Athena: "In AEW c'è davvero tanta energia positiva"

In un'intervista con la NBC Sports Boston, Athena ha parlato del suo rapporto con Tony Khan: "Tony è estremamente impegnato ma le mie conversazioni con lui sono diverse da quelle con il mio ex capo. Tony mi carica sempre e cerca ogni giorno di invitarmi a dare il massimo. E' pieno di energia. È così emotivo ed è così entusiasta di tutto ciò che c'è nel suo prodotto televisivo. È sempre soddisfatto del prodotto che diamo. Non so spiegarlo ma è così pieno di energia e così positivo che vuoi solo nutrirti di quell'energia. E' estremamente riconoscente con tutti noi. Non so come, ma finora, sono semplicemente stupita da lui".

Sulle differenze tra AEW e WWE, l'ultima sua federazione lanciata nel 2021: "Penso che il modo migliore per descrivere una differenza tra le due, sia il fatto che la compagnia precedente, richiedeva la perfezione. Non importava loro se eri annoiato o non ti divertivi. Dovevi fare una determinata cosa e se non la facevi, venivi cambiato. In ben sei o sette anni con la WWE è diventato tutto un vero e proprio lavoro, in precedenza era solamente un piacere. Dopo il mio licenziamento sono rimasta a casa per tre mesi a pensare cosa fare del mio futuro. Non sapevo neppure se volessi continuare a lottare. Mi sentivo impaurita di tornare a certi livelli, perchè sarei tornata a fare un lavoro diverso e più difficile rispetto a primq. Avevo come perso la passione di fare wrestling. In WWE esigevano la perfezione. Erano felici solo se tutto era perfetto e non era facile. Qui in AEW invece, dietro le quinte, è tutto così diverso. C'è tanta energia davvero positiva. Tutti vogliono aiutarsi a vicenda e tutti sono entusiasti di essere qui a fare wrestling".