Chris Jericho: "Vi spiego l'origine del mio nuovo nickname in AEW"



by   |  LETTURE 920

Chris Jericho: "Vi spiego l'origine del mio nuovo nickname in AEW"

Oltre trent'anni di onorata carriera nel mondo del Pro-Wrestling e Chris Jericho continua a rimanere al top. Dopo essere stato Le Champion e il DemoGod in AEW, adesso è tempo di un nuovo nickname: The Wizard. Il canadese ha iniztao a utilizzare il soprannome alcune settimane fa, prima di diventare leader della nuova stable, la Jericho Appreciation Society.

L'ex campione mondiale ha spiegato che l'origine del nickname è stata del tutto casuale: "Quando ho lanciato quella palla di fuoco, e nessuno lo faceva da un pezzo, ho capito che avevo qualcosa di grosso tra le mani e non dovevo lascisarmelo sfuggire.

Poi al tavolo di commento dissi che ero un mago perchè avevo fatto quel gesto e da lì in poi mi sono affibbiato questo nickname. I social sono impazziti e i fan si divertivano"

Perchè Jericho si fa chiamare "The Wizard"

Jericho ha poi aggiunto: "Dovete capire che quando mi impegno a fare qualcosa, riesco a mandarla over a ogni costo.

Adoro il concept del mago, posso fare qualsiasi cosa. Ciò non significa che prima o poi salirò sul ring con un cappello alla Gandalf o robe del genere, ma sono il mago del Pro Wrestling. Lancio palle di fuoco in faccia agli avversari e faccio di tutto, capisci cosa intendo?".

Vi ricordiamo che Jericho era assente dalla scorsa puntata di Dynamite, dove si è tenuta la Casino Battle Royale, per via di questioni familiari, ma si è presentato questa settimana, annunciando nuovi ingressi nella stable: Sammy Guevara e Tay Conti, sempre di più contestati dal pubblico Il canadese, infine, prenderà parte anche a Forbidden Door, in programma domenica 26 giugno, in un match a squadre assieme allo Spanish God e a Minoru Suzuki.

Non è però il titpo di incontro che Jericho avrebbe voluto: il canadese sperava infatti di poter affrontare Tanahashi dopo l'infortunio di CM Punk, ma così non è stato. Al suo posto ci sarà Jon Moxley, che avrà l'occasione di diventare il nuovo AEW World Champion ad interim.