CM Punk afferma: "Il mio percorso in AEW fino a ora? Un vero miracolo"



by   |  LETTURE 1127

CM Punk afferma: "Il mio percorso in AEW fino a ora? Un vero miracolo"

Il debutto di CM Punk in AEW, avvenuto lo scorso agosto, è stato uno dei momenti più importanti del 2021 e forse del mondo del Wrestling in generale. Dopo essere stato lontano dal ring per sette, lunghi anni, Punk ha deciso di approdare alla corte di Tony Khan e dare nuova linfa vitale alla sua carriera.

Un ingaggio che ha senza dubbio cambiato la percezione mainstream attorno alla AEW. Un percorso decisamente in salita per il wrestler di Chicago, che negli ultimi mesi ha lottato con giovani leve e ha tenuto banco in fedu incredibili, su tutti quello con Eddie Kingston e MJF.

Intervistato ai microfoni di Associated Press, Punk ha spiegato che il suo stint in AEW sino ad ora è stato un vero miracolo: "Sono riusciti a far rinascere dentro di me un qualcosa che pensavo si fosse spento per sempre.

Adoravo il mondo del professional wrestling, ma avevo perso la passione. Adoro l'entusiasmo giovanile nel backstage e tutte le persone con cui ho interagito mi hanno fatto ritrovare l'amore per questo sport. Per gli ultimi nove mesi questo percorso è stato un miracolo.

Mi sto divertendo e mi sto godendo ogni attimo del viaggio" Al momento Punk è fuori dalle scene per via di un infortunio riportato dopo Double or Nothing, PPV che lo ha visto diventare il nuovo AEW World Champion contro Adam "Hangman" Page.

Anzichè privarlo del titolo e renderlo vacante, Tony Khan ha optato per un campione ad interim, che sarà incoronato a Forbidden Door, PPV in programma domenica 26 giugno a Chicago. Ad affrontarsi saranno Jon Moxley e Hiroshi Tanahashi: un match che sarebbe dovuto disputarsi anni fa in AEW, poi cancellato per via del Covid.

Il ritorno di Punk nel mondo del Wrestling ha reso felice anche la sua compagna nonchè ex campionessa femminile AJ Lee, che più volte ha stuzzicato i fan con un suo ritorno sul ring. Staremo dunque a vedere cosa accadrà con il ritorno dall'infortunio di Punk che, in ogni caso, non dovrebbe rimanere fuori dalle scene a lungo: in programma ci sarà un Title vs Title per decretare l'indiscusso AEW World Champion.