Dutch Mantell: “Ecco cosa l’AEW fa meglio della WWE”



by RACHELE GAGLIARDI

Dutch Mantell: “Ecco cosa l’AEW fa meglio della WWE”

L’ex manager della WWE si occupa di settimana in settimana di analizzare le puntate di WWE SmackDown insieme ai colleghi di Sportskeeda nello show Smack Talk e ha fatto la stessa cosa anche questa settimana, analizzando la differenza tra AEW e WWE paragonando ovviamente SmackDown a Rampage.

Dutch Mantell ha elogiato il team di Tony Khan per essere imprevedibile con il loro booking. Ecco cosa ha detto Mantell durante la sua recensione su Smack Talk: “Hanno [la WWE] le stesse persone settimana dopo settimana, e questo è il successo dell’AEW. Non hanno le stesse persone settimana dopo settimana dopo settimana. Ed è questo che mi piace di loro perché non sai cosa avrai."

Dutch Mantell ha anche fornito un rapido resoconto su come invece la compagnia dei McMahon struttura la sua card dello show blu, facendo capire che praticamente reciclano le stesse cose e persone e sono prevedibili, portando lo spettatore a sapere già cosa vedrà durante lo show.

"Con Smackdown, ti siedi letteralmente e dici: 'Ok, cominciamo con il New Day, poi andiamo ai Lotharios.' Sai che Shanky sarà lì dentro. La parte migliore dello spettacolo, a mio parere, che mi è piaciuto di più è stato Madcap e Corbin. Mi è piaciuto un po', almeno hanno fatto qualcosa.”

Eric Bischoff fornisce un parere simile

Anche Eric Bischoff ha voluto sottolineare che c’è qualcosa dell’AEW che gli piace di più rispetto che della WWE: “Una delle cose che mi piace molto di più della produzione AEW rispetto che quella della WWE è che mi sento davvero come se fossi nell'arena. Non è così bello [rispetto alla WWE] ed è quasi artificiale quando è fatto così bene che mi sento come se fossi nell'arena. 

Posso quasi sentire l'odore dei popcorn. Per me, questa è la parte che mi manca, che mi piace di più, l'esperienza. Voglio davvero quasi sentire l'odore dei popcorn, quella birra stantia che qualcuno ha versato la sera prima perché è quello che mi riporta a ciò che mi ha fatto innamorare del professional wrestling.”

Dutch Mantell Smackdown