Thunder Rosa: "Cercata dalla WWE ma ho voluto prendere la strada più difficile"



by   |  LETTURE 956

Thunder Rosa: "Cercata dalla WWE ma ho voluto prendere la strada più difficile"

La campionessa femminile della AEW, Thunder Rosa, questa settimana con Sportskeeda ha parlato della vecchia proposta fatta dalla WWE qualche anno fa e di cosa pensa di Jade Cargill.

Thunder Rosa: "Jade Cargill è fantastica, mi piacerebbe affrontarla"

Sulla WWE che l'aveva cercata nel ruolo di arbitro: "Si è vero. Quando hai bisogno di un lavoro, quando sei stanco e ti senti perso provi tutto. Io lo chiamo cercare di vendere la tua anima al diavolo. Non avevo intenzione di lavorare però dalle nove alle cinque. Non volevo farlo. Quindi potevo andare in WWE ma Dio opera in modi misteriosi e poi non è successo. Ho fatto quella scelta perché ce l'avevo e l'offerta era lì. Ho pensato di prendere la strada più difficile, consapevole di potercela fare, qualunque cosa accada. Così è successo”.

Su cosa pensa di Jade Cargill e su un possibile match contro di lei: “Sarebbe fantastico, amo le sfide. So che con il passare delle settimane, sta diventando sempre più forte. Sta diventando un'atleta migliore sul ring ogni giorno che passa. Quindi so cosa è cambiato da quando l'ho affrontata l'ultima volta. Da dicembre sono cambiate diverse cose e sarebbe un match straordinario".

Sui suoi obiettivi: “Voglio difendere il titolo contro Athena (Ember Moon). Abbiamo fatto un match di 30 minuti in uno show indipendente per il titolo della Warrior Wrestling quand’ero campionessa lì e ci abbiamo dato dentro. È stato divertente. Credo che abbia tanta voglia di battermi. Ci sono ancora persone che hanno dubbi sul mio essere campionessa ma mi merito rispetto perchè lotto da tanto tempo. Ho lavorato duramente negli ultimi otto anni. Ora che sono campionessa, lavoro di più per rimanerci a lungo e mostrare a tutti perché sono il volto della AEW. Mi sono successe tante cose e mi merito di essere trattata per bene. Possono metterlo in dubbio quanto vogliono, ma quando devo salire sul ring, mi dipingo la faccia e riesco a dare sempre il massimo".