MJF: “Qualcuno ai piani alti in AEW mi odia”



by   |  LETTURE 939

MJF: “Qualcuno ai piani alti in AEW mi odia”

Una telenovela che non sembra finire mai è proprio quella tra MJF e l’AEW, con in mezzo anche la WWE, cose da fare invidia a Beautiful. Infatti solo questa mattina vi avevamo riportato che c’è un grosso interesse da parte della compagnia di Stamford nei confronti di MJF.

Intervistato da Rasslin’, il giovane provocatore ha continuato con la sua propaganda contro l’AEW, il suo contratto che ha con la compagnia, per passare anche a stuzzicare tutti mettendo in mezzo gli ex wrestler WWE.

"Lascia che ti spieghi una cosa, entro il 2024, paparino farà più soldi di quanti ne abbiano fatti gli Hardy in tutta la loro run”, ha detto. MJF poi ha continuato a sostenere che non vede l'ora di lasciare l’AEW, anche se poi ha un po’ ritrattato le dichiarazioni.

"Una volta che si entra a Long Island, non si vuole lasciare Long Island, quindi che importa se il traffico è brutto in uscita? Non vedo l'ora di lasciare questa compagnia, che ne dici di questo? Oh no, spero di non fare arrabbiare l’ufficio, oh no. Chi ha detto AEW? Non ho detto AEW, hai appena detto AEW, forse sì, forse no. Forse sono di pessimo umore, forse odio il mio capo, forse amo fottutamente il mio capo, chi lo sa?”

Ma cos’è che sta frustrando MJF?

Il ragazzo è andato avanti nell’intervista spiegando cosa gli sta dando così tanto fastidio da farlo sentire frustrato con tutta questa situazione che sta attualmente vivendo nella sua carriera in AEW.

"Penso che ci siano un sacco di cose in corso in questa compagnia che non sono per niente precise," ha detto. "Penso che siano tutti questi fottuti ragazzi ex WWE che stanno facendo una quantità assurda di denaro. Quando francamente non riescono a pulirmi il sedere quando si tratta degli ascolti che tiro fuori ogni volta che sono sullo schermo, penso che possano andare tutti all'inferno. 

Penso che qualcuno nell'alta dirigenza abbia un problema con me, ed è molto ovvio se vedete con cosa ho a che fare di settimana in settimana."