AEW: Thunder Rosa risponde alle critiche sul suo booking da campionessa



by   |  LETTURE 423

AEW: Thunder Rosa risponde alle critiche sul suo booking da campionessa

Thunder Rosa è diventata campionessa da poco, durante l’evento AEW St. Patrick’s Day Slam, sconfiggendo la sua più grande rivale Britt Baker, e anche se la prima difesa titolata non è stata delle migliori, a causa di una storyline un po’ troppo al limite, questa seconda contro Serena Deeb promette già meglio.

Infatti nella prima ha affrontato Nyla Rose, affiancata dalla sua fedele Vickie Guerrero e purtroppo nella puntata dedicata ai festeggiamento per la vittoria del titolo, a Thunder Rosa non è stata data la possibilità di parlare, venendo interrotta dalla solita manager fastidiosa, che oltre a non averle concesso lo spazio che meritava, ha lanciato anche delle frasi nel discorso poco carine riguardo situazioni delicate.

A tal proposito si è voluta esprimere anche la stessa luchadora ai microfoni del collega Alex McCarthy di TalkSPORT, dato che moltissimi fans si sono arrabbiati per questa situazione.

Le persone si lamenteranno sempre

"So solo che la gente non sarà mai soddisfatta di tutto quello che fai, o di qualsiasi cosa accada. Morale della favola. Farò del mio meglio con tutto quello che mi viene dato tutto il tempo e la gente criticherà anche questo, il che va bene. Le persone parleranno e se parlano significa che stanno guardando. 

Alla fine della giornata è quello che stiamo cercando di fare. Ho avuto un bel match con Nyla Rose e sono stata in grado di mostrare alcune parti che non sono stata in grado di mostrare da anni sul ring. Era un match dinamico e qualcosa di diverso. Davide vs Golia sotto quel punto di vista”, ha dichiarato.

Poi ha anche aggiunto: “Ognuno è diverso e ci saranno sempre delle critiche, ma qualunque cosa sia nelle mie mani per migliorare, lo farò. Questo incontro a Double or Nothing [contro Serena Deeb ndr.], e lo dico adesso, in esso dimostrerò di essere la miglior lottatrice del mondo. 

L'AEW ha la migliore divisione femminile del mondo. È per questo che sono qui. Che ti piaccia o no, sono la campionessa femminile AEW, quindi abituati a vedere la mia faccia, a sentire la mia voce e a vedermi lottare su quel ring nel modo in cui lotto."