Dustin Rhodes: “Voglio aiutare la divisione femminile AEW”

Il figlio dell'American Dream è sempre felice di supportare le donne in AEW

by Rachele Gagliardi
SHARE
Dustin Rhodes: “Voglio aiutare la divisione femminile AEW”

Esattamente come il padre Dusty, quando aiutava i rookie nel territorio di sviluppo della WWE, anche Dustin ha il desiderio di fare la sua parte in All Elite Wrestling, ma concentrandosi sulla divisione femminile, che è di recente stata criticata anche da Becky Lynch.

Durante uno dei Thunder Rosa’s Taco Vlog, lo stesso Dustin ha parlato del fatto che vuole fare di tutto per aiutare la divisione femminile AEW ad avere successo.

Dustin c'è sempre 

Le parole che l’uomo ha pronunciato sono le seguenti: “Voi ragazze, ci sono un sacco di persone che mi contattano qui e vogliono aiuto e conoscenza, ma dal primo giorno, è iniziato con Britt e Bea Priestley, hanno avuto un bel confronto. Abbiamo iniziato ad assumere più ragazze, mi stavo immergendo con loro, e ho iniziato ad avere sessioni di allenamento solo perché volevo. 

Volevo che la divisione femminile arrivasse da una parte diversa da quella dov’era. La WWE ha fatto un buon lavoro in questo, ma voglio vedere l’AEW farlo. Non è perché non mi piacciano i ragazzi. Vedo davvero il desiderio in voi signore e come avete voglia di fare il passo successivo. Questo significa molto per me perché mi piace la sfida di farvi arrivare lì, in ogni modo possibile. Voglio condurvi lì perché ci tengo. 

Un sacco di gente può pensare che sia strano, ma lo faccio davvero. Ho trovato una vocazione e mi piace allenarmi con voi ragazze, parlare con voi, farvi da mentore, ascoltare i vostri problemi, abbracciarvi se state piangendo. Significa molto per me.”

L’ex Goldust ha anche aggiunto: “Alcuni più di altri, come voi, state lavorando sodo e meritate tutti una possibilità. È importante per le donne di oggi. Parliamo sempre di uguaglianza. Penso che sia importante. Ora abbiamo un match su Dynamite e Rampage ogni settimana. Lentamente ma inesorabilmente. Ci sono stati un sacco di main event. Ci sono stati passi avanti. 

Lo apprezzo da fan di wrestling femminile. Posso stare seduto a guardare gli uomini lottare tutto il giorno, ma se è un match tra donne, voglio vedere cosa fanno, prenderle da parte e sistemare se è risolvibile. Sono molto protettivo nei confronti del gruppo. Anche quando ci stavamo esercitando durante la pandemia, qualcuno si è preso un urlo contro ed ero tipo: ‘Non posso credere che l’abbiano fatto a voi, ero così arrabbiato.’ Io ero tipo: “È okay, va tutto bene”, ma voi siete venute da me e la cosa mi ha fatto piacere e mi fa sentire bene, come se stessi facendo qualcuno che ne vale la pena.”

Dustin Rhodes
SHARE