AEW: Thunder Rosa risponde alle critiche e parla dei suoi sogni da campionessa



by   |  LETTURE 778

AEW: Thunder Rosa risponde alle critiche e parla dei suoi sogni da campionessa

Durante un’intervista su NBC Sports Boston’s Ten Count, la nuovissima AEW Women’s World Champion, la messicana Thunder Rosa, ha parlato delle critiche che sono state mosse a lei e la collega Britt Baker per lo Steel Cage Match che hanno affrontato a Dynamite.

"Ognuno sta andando a criticare, non importa cosa. Anche mercoledì, la gente stava criticando. ‘Perché siete ragazzi, perché? È così tanto sangue. Perché è così tanto, perché siete così violente? Perché è così? Perché?’ È come se le persone fossero programmate in un certo modo e fossero state programmate per il professional wrestling per decenni per essere in un certo modo a causa di come le cose sono state gestite prima.”

In più ha citato anche Brock Lesnar, parlando di una mancanza di rispetto verso la sua cultura: "Posso dirtelo, ho letto riguardo al fatto che ho portato i Mariachi e ricordo che Brock Lesnar prendeva in giro Eddie Guerrero con quello. E questo fa male perché stavano prendendo in giro la mia cultura prima. E mercoledì, ho rappresentato la nostra cultura correttamente; con onore e rispetto. Perché la gente era: ‘Oh oh, Mariachi, divertente. Prendiamo in giro i messicani.’

È lo stesso con le donne. La gente ci prendeva sempre in giro. Eravamo il match della pausa popcorn tutto il tempo perché era così che le persone sono state programmate per così tanto tempo. Non più. Stiamo lavorando molto, molto duramente. Potete criticarci quanto volete, ma stiamo lavorando sodo in ogni singola compagnia perché stiamo cambiando le cose a poco a poco."

Fighting champion

Nella stessa intervista Thunder Rosa ha detto che vorrebbe essere una campionessa che lotta molto: “Se possibile vorrei essere una fighting champion. Voglio dire, quando ho difeso il titolo femminile NWA ai tempi del COVID, lo stavo difendendo. Penso che sia molto importante portare qualcosa di diverso in tavola, e io come Thunder Rosa, non posso stare ferma. 

Mi piacerebbe farlo. Mi piacerebbe, se possibile, portarlo in Giappone, difenderlo in Giappone. Se c'è un'altra possibilità di andare nella mia patria, il Messico, mi piacerebbe difenderlao in Messico. […] Essere una fighting champion, sarebbe il mio sogno, onestamente. Ho sempre sognato di portare, soprattutto questo titolo, il titolo delle donne AEW, in molti luoghi diversi in cui non è mai stato visto.”