Bryan Danielson: "Voglio continuare a lottare, godendomi mio figlio"

Bryan Danielson ha parlato del suo futuro nel mondo del wrestling

by Andrea Scozzafava
SHARE
Bryan Danielson: "Voglio continuare a lottare, godendomi mio figlio"

A “Wrestling Observer Radio", Bryan Danielson ha parlato del suo futuro nel mondo del wrestling e dei suoi allenamenti con Jade Cargill.

Bryan Danielson: "Cerco di cambiare il mio stile di fare wrestling"

Sull’esperienza nei ring di wrestling del Giappone: "Vorrei andare alla New Japan, ma non vorrei farlo finché i fan non potranno esultare con me perché è quello che voglio dal wrestling. Solo con gli applausi, voglio dire, mi divertirei ancora. Penso di essere una delle poche persone che si è divertita a lottare nel Performance Center senza nessuno. Così come anche al Thunderdome ma non mi basta”.

Su quanto ancora vuole lottare Danielson: "Beh, ho ancora voglia di farlo, ma non voglio perdere la vita di mio figlio. Una delle cose a cui penso è che sto cambiando un po' il mio stile di wrestling. Penso che con uno stile come quello in cui subisci più bump, è meno probabile avere una lunga carriera, al contrario di uno stile di wrestling più duro”.

Sul motivo dell’addio alla WWE: “Avrei potuto passare più tempo a casa con la mia famiglia e sarei stato in grado di sanguinare, al contrario della WWE. Quando ho finalmente preso la decisione di lasciare la federazione di Vince per la AEW, lui mi chiese il motivo e io risposi che c’era una parte di me che voleva ancora sanguinare disputando match duri. Lui mi disse che gli dispiaceva ma che non mi avrebbe dato il permesso di farlo”.

Sugli allenamenti con Jade Cargill: “Lei è una grande lavoratrice ed è davvero intelligente. È una persona disposta a mettersi a lavoro. Non voglio parlare troppo di lei perché non voglio metterla sotto pressione più di quanto non ne abbia già. Ha appena festeggiato il suo primo anniversario dal suo primo match e adesso è al suo primo match in pay per view su una delle card migliori di tutti i tempi. Non voglio metterla sotto pressione ma penso che sia fantastica. Ho una sincera simpatia non solo per Jade, ma per quasi tutta questa generazione di lottatori giovani che stanno cercando di farsi notare con questa disciplina in questo momento”.

Bryan Danielson
SHARE