WWE NEWS

Mauro Ranallo: Vince McMahon e non JBL la causa dei suoi problemi?

-  Letture: 409
by Marco Enzo Venturini

Una nuova ricostruzione racconta una storia diversa riguardo le presunte voci di bullismo che hanno allontanato da SmackDown l'attuale telecronista di NXT.

JBL ha lasciato SmackDown, ma non è stato sostituito da Mauro Ranallo al tavolo di commento di SmackDown.

Il posto dell'ex Alcolyte, infatti, è stato preso da Corey Graves (attualmente impegnato sia a Raw che a SmackDown).

Il nome di Ranallo era stato suggerito da tutti coloro che per mesi sono stati convinti che dietro il suo addio alla WWE ci fosse proprio JBL.

Ma in queste ore è emersa una verità diversa da quella circolata finora. A raccontarla è stato Dave Meltzer, celebre giornalista del 'Wrestling Observer' secondo cui i problemi di Ranallo non sono stati provocati tanto da JBL quanto da Vince McMahon in persona e un certo modo di fare che lui e i suoi più stretti dipendenti applicano da molti anni.

In tutto questo l'ex Bradshaw pare che abbia avuto un ruolo, ma decisamente marginale. O comunque pilotato da qualcosa di più grosso e importante. E in particolare certi commenti sprezzanti nei confronti di Ranallo non erano farina del sacco dell'ex WWE Champion, ma erano stati suggeriti da qualcun altro.

I motivi dell'acredine di Vince McMahon e parte dei suoi uomini (sempre secondo quanto riferito da Meltzer) con Ranallo derivano anche dal fatto che quest'ultimo ha lavorato e interagito più con Michael Cole e Triple H piuttosto che con Vince.

E proprio con Cole e HHH avrebbe trattato i termini per il suo ritorno, con tanto di nuovo lavoro in quel di NXT. In ogni caso la risoluzione della "grana Ranallo" e il suo conseguente ritorno nulla hanno a che fare con la decisione di JBL di lasciare la WWE.

Una decisione presa in totale autonomia e per questioni diverse dagli equilibri interni che regnano in WWE. .

Powered by: World(129)