WWE NEWS

Rivoluzione wrestling: l'India diventa potenza mondiale?

-  Letture: 640
by Roberto Trenta

Dopo la vittoria titolata di Jinder Mahal anche numerose compagnie sbarcano sul suolo indiano con i propri show

Come ormai notevolmente risaputo, la WWE è e rimane l'azienda leader nel settore del wrestling mondiale e come tale non può non avere l'occhio lungo su tutti quei mercati in via di sviluppo, i quali potrebbero portare miliardi di dollari ad uno dei business più redditizzi del mondo, quello del wrestling.

Come ampiamente riportato online da numerose fonti vicine alla dirigenza della compagnia di Stamford, infatti, la scelta di virare su Jinder Mahal come WWE Champion durante l'ultimo ppv di Smackdown Live, Backlash, è da ricerarsi proprio nell'espansione del mercato indiano per quanto riguarda il mondo del wrestling, il quale sta diventando veramente virale nel giro di pochissimo tempo nella terra del tè.

Durante le scorse ore, inoltre, anche la Ring Of Honor è riuscita a strappare un accordo con l'emittente "DSPORT", nuovo canale indiano improntato interamente sul mondo dello sport, il quale porterà nelle case di circa 70 milioni di famiglie un prodotto legato al mondo del wrestling.
Numeri da capogiro se si pensa che la WWE, potenza mondiale indisussa nel panorama del wrestling, raggunge circa 90 milioni di case negli USA, sua terra d'origine.

Anche Impact Wrestling raggiunge circa 75 milioni di famiglie in terra Americana e da molti è considerata la seconda potenza del wrestling a livello degli Stati Uniti.
Quindi se si pensa che la prima e la seconda compagnia americane raggiungono poco più del totale della ROH a livello indiano, non si può che rimanere esterrefatti dal grandissimo impatto che avrà il wrestling nelle case di milioni di indiani nei prossimi mesi. La vittoria titolata di Mahal, quindi, potrebbe non essere l'unica sorpresa in serbo per i fan di tutto il mondo targata India. .

Powered by: World(129)