WWE NEWS

Jinder Mahal "il meglio per il business": ecco chi ne ha fatto le spese

-  Letture: 2331
by Marco Enzo Venturini

L'indiano ha scippato un'occasione per il WWE Championship a un collega, molto apprezzato e che dovrà rimandare il suo momento di gloria.

Jinder Mahal lotterà per il WWE Championship dopo Payback, presumibilmente contro Randy Orton che dovrebbe respingere l'assalto di Bray Wyatt nel prossimo ppv organizzato dal roster di Raw. Ma chi ha deciso di concedere un simile push all'ex membro della 3MB, che mai nemmeno era stato coinvolto in angle per i titoli secondari come la cintura di campione intercontinentale o degli Stati Uniti?

La risposta è arrivata in queste ore e a concederla è stato Dave Meltzer, esperto e informatissimo giornalista da decenni a capo del 'Wrestling Observer'.

Secondo le sue parole, infatti, non era Mahal l'avversario inizialmente designato per Randy Orton in quel di Backlash.

L'Apex Predator avrebbe infatti dovuto vedersela con Baron Corbin, atleta in rampa di lancio e per il quale si attende la definitiva esplosione in questo 2017.

Il piano di mandare il Lone Wolf in zona main event già in questa primavera è stato però rimandato, con l'obiettivo preciso di concedere qualche settimana di grande vetrina per Jinder Mahal (la cui rincorsa titolata dovrebbe però estinguersi entro l'estate, quando sarà AJ Styles a tornare a indossare le vesti di primo sfidante per la cintura più importante di SmackDown).

Ebbene, in questa fase di transizione la WWE ha valutato che Mahal fosse l'uomo giusto da inserire in una breve faida titolata.

E il motivo, secondo Meltzer, sono proprio le sue origini esotiche.

La WWE, come ben sappiamo, è una compagnia che mira a fare ascolti in ogni angolo del mondo e l'obiettivo ora è quello di attirare grande interesse in un mercato dalle potenzialità ancora non completamente esplorate come l'India.

Vince McMahon e i suoi diretti dipendenti hanno perciò stabilito che avere un primo contendente al titolo più importante della storia della WWE potesse essere "il meglio per il business": in questo modo infatti si è evitato di proporre un candidato al titolo per un periodo troppo breve e il rischio di bruciarsi (un po' come avvenne a Dolph Ziggler la scorsa estate), si è colta l'occasione per provare in zona main event un lottatore che non l'ha mai frequentata e in più si è strizzato l'occhiolino a un mercato nuovo.

Che se dovesse rispondere positivamente potrebbe aprire la strada a nuove strategie commerciali per la WWE.

A farne le spese, in tutto questo progetto, è stato ancora una volta Baron Corbin. Che però gode di grande fiducia da parte della compagnia e sa perfettamente che il suo grande momento arriverà.

Resta solo da stabilire quando... .

Powered by: World(129)