WWE NEWS

Rosey, svelate le cause della morte: Roman Reigns a pezzi

Marco Enzo Venturini - 20-04-2017 - Letture: 7954

Un amico della famiglia Anoa'i rivela che i problemi del campione defunto sono vecchi di almeno tre anni. E il Big Dog è distrutto.

Rosey, svelate le cause della morte: Roman Reigns a pezzi

Matt Anoa'i, Rosey per tutti i fan della WWE, è morto a soli 47 anni. E anche se la sua famiglia e la WWE non hanno voluto comunicare ufficialmente le cause del decesso, queste cominciano ormai a circolare.

L'ex campione di coppia soffriva da tempo di disturbi cardiaci e negli ultimi anni aveva visto aumentare i propri problemi di peso. L'insieme delle due cose sembra essere purtroppo alla base della sua prematura scomparsa.

Court Bauer, storico writer della WWE e amico di lunga data della famiglia Anoa'i, ha parlato in queste ore alla 'Wrestling Observer Newsletter', in un articolo visibile ai soli iscritti al popolare media che si occupa di lotta professionistica da decenni.

Rosey soffriva di insufficienza cardiaca congestizia, uno scompenso cardiaco cronico e progressivo. Chi soffre di questa malattia, diagnosticata per la prima volta a Rosey nel gennaio del 2014, vede i muscoli del proprio cuore indebolirsi progressivamente e non riuscire a pompare una quantità sufficiente di sangue da soddisfare appieno le esigenze dell'organismo. In ospedale gli avevano riferito che il suo cuore aveva ormai un 25% di efficienza.

Bauer ha fatto sapere che il peso di Rosey negli ultimi anni è salito e sceso come sulle montagne russe, ma che negli ultimi tempi l'ex 3-Minutes Warning aveva ripreso i chili persi in passato, e anche qualcuno in più. Di recente aveva preso parte a un reality show intitolato 'Fat March', nel quale diverse persone in sovrappeso devono percorrere in tutto quasi 900 km a piedi con l'obiettivo di perdere qualcuno dei chili di troppo. Si era ritirato dalla trasmissione in seguito ad un infortunio a un ginocchio.

Rosey, che quando lottava in WWE veniva annunciato come lottatore del peso di 163 kg, ormai era arrivato a sfiorare i 205 kg. Il 'Wrestling Observer' ha aggiunto che i suoi problemi di salute stavano aumentando ulteriormente, tanto da indurlo a considerare di sottoporsi a dialisi renale nel 2016.

Un mese fa addirittura avrebbe dovuto prendere parte a WaleMania III, evento celebrativo del wrestling organizzato da un rapper grande fan della disciplina. Ma Bauer ha spiegato che Rosey non si è presentato alla manifestazione perché ormai troppo debole.

Insomma, le sue condizioni erano rapidamente peggiorate a partire dal 2014. Ma Bauer ha aggiunto che questo non aveva cambiato la tempra del fratello di Roman Reigns (letteralmente distrutto per la scomparsa del fratello maggiore, uno dei suoi grandi punti di riferimento nel momento in cui decise di dedicarsi a questa disciplina). Rosey infatti è rimasto allegro, ottimista, sorridente e positivo fino all'ultimo.

Roman Reigns, che come detto è a pezzi per la morte di Rosey, non ha dichiarato nulla in pubblico sulla scomparsa del fratello e in generale non interviene su Twitter (social network su cui solitamente è molto attivo) dall'8 aprile scorso.

Powered by: World(129)