VIDEOS

Vince e il colloquio con gli immortali

-  Letture: 314
by Marco Enzo Venturini

Una piccola stanzetta, un boss e cinque main eventer di ogni tempo: ecco creato un momento epico.

C'è stato un periodo in cui la WWE (che si chiamava WWF) aveva sottomano tutti i migliori wrestler in circolazione. Ma proprio tutti. Tanto che li mise gli uni contro gli altri in uno degli show dal maggiore starpower di tutti i tempi: WWF Invasion, datato 22 luglio del 2001.

Vince McMahon aveva infatti appena acquistato la WCW, ormai ridotta al fallimento, assumendo tutti i lottatori sotto contratto con la compagnia rivale della sua WWF. Per storyline si decise quindi di creare una faida tutta familiare tra papà Vince e il figlio Shane, in grado di sfilargli da sotto il naso la WCW e intenzionato a mandargli contro i lottatori - appunto - della WCW e anche quelli della ECW, a sua volta appena acquistata dalla famiglia McMahon.

Era nata l'Alliance. Con questi presupposti Vince McMahon allestì una squadra da sogno per combattere i ribelli: era composta da Kurt Angle, Undertaker, Kane, Chris Jericho e soprattutto Stone Cold Steve Austin, suo eterno rivale e una volta tanto alleato del Boss.

Certo, anche in quel caso non riusciva proprio a risparmarsi qualche presa per in giro al vecchio, caro Vince. Lo si vede bene in questo filmato: una perla rara che vede Mister McMahon parlare ai cinque mostri sacri della sua compagnia.

E guardate Stone Cold: .

Powered by: World(129)