SOCIAL

Randy Orton, durissima lettera a chi lo contesta e ai fan delle Indy

-  Letture: 1367
by Marco Enzo Venturini

Le parole dell'Apex Predator faranno senz'altro discutere per molto tempo.

Randy Orton in WWE rappresenta da oltre un decennio uno dei lottatori simbolo della federazione. Cresciuto nell'ambiente, è uno dei più riconoscibili prodotti di Stamford e delle sue federazioni satellite.

Per lui non c'è stata gavetta, è diventato a 24 anni il più giovane campione del mondo della storia della compagnia e da allora è diventato campione del mondo per un totale di tredici volte.

Non solo.

Negli anni ci ha abituato a uno stile di lotta senza sbavature, ma poco spettacolare. A tratti anche piuttosto statico e lento, tenuto conto delle sue caratteristiche fisiche: alto ma non gigantesco, muscoloso e non sovrappeso come alcuni colleghi, esplosivo dal punto di vista muscolare ma non un colosso costretto ad effettuare solo mosse di potenza.

Anche per questo motivo Randy Orton ha sempre diviso.

Non solo perché rispetto ad alcuni suoi colleghi (a partire da John Cena) per lunghi tratti della sua carriera è stato heel, ma anche perché un certo numero di fan ne ha sempre criticato i tanti successi, ritenuti "non meritati" per via del suo retaggio (anche il padre e il nonno facevano wrestling) e di una certa monotonia nei suoi incontri.

In particolare è quasi diventato un luogo comune il fatto che The Viper nei suoi incontri faccia spesso ricorso a una mossa basilare e poco spettacolare della disciplina, come la headlock.

Ebbene, mister RKO ha deciso di rompere il silenzio pubblicando su Twitter una nota, che aveva scritto sul cellulare e che ha fotografato e pubblicato sul noto social network.

E se le sue parole non sono pesanti come quelle del sempre ricordato e celebratissimo Pipe Bomb di CM Punk, beh, poco ci manca:

Sentite infatti cosa ha detto l'Apex Predator: "Mi dispiace se i mark delle Indy, quelli che nelle Indy ci combattono e i vecchi colleghi che fanno i tuffi dal paletto si offenderanno...

Mi sto solo divertendo un po' dopo aver bevuto qualcosina in Danimarca, al termine del tour di SmackDown Live ... dopo che abbiamo battuto Raw facendo più di 5 milioni di dollari negli ultimi 11 spettacoli. Ora, io lo so che per qualcuno tutto questo non equivale a stare in una stanza in piedi davanti a un pubblico di 150 persone che pagano 8 dollari da qualche parte in un negozio di armi...

Ma nel mondo dei bambini cresciuti questo si chiama far mettere delle chiappe su dei posti a sedere. Perciò godetevi le vostre capriole, i tuffi e i 20 superkick per incontro. A ognuno il suo. Mi 'tufferò' nel mio tredicesimo regno titolato e mi preparerò a 'fare le capriole' quando arriverà il mio estratto conto bancario questo mese ...

headlock".

Parole che faranno discutere per molto tempo.

E meno male che Randy Orton in questa fase della sua carriera non è heel, ma face... .

Powered by: World(129)