PROTAGONISTI

Importante nome del wrestling rivela:"Negli anni '80 usavamo tutti droghe"

-  Letture: 1182
by Roberto Trenta

Incredibile rivelazione di un volto noto di WWE, TNA e molte altre federazioni mondiali in cui ha lavorato

Ancora una volta la WWE ed il mondo del wrestling in generale cadono nel baratro, con delle importanti quanto gravi affermazioni di un ex performer, il quale ha dichiarato recentemente di aver fatto un incessante uso di droghe durante gli anni '80 per rimanere concentrato sui numerosi appuntamenti col ring e con gli show della federazine di Stamford e non solo.

A rivelare tali scottanti dichiarazioni è stato nientemeno che l'ex Brother Love della WWE, primo storico manager di The Undertaker, conosciuto anche col suo vero nome, Bruce Prichard, importantissima figura del wrestling mondiale, attualmente in forza nella nuova dirigenza di Impact Wrestling e che ha avuto un passato anche nelle dirigenze della WWE e in quelle di molte altre federazioni indipendenti americane.

In una delle sue ultime interviste, Prichard avrebbe infatti rivelato: "Mi dispiace veramente tanto ammetterlo, ma in quegli anni fare uso di droghe per andare avanti era inevitabile. Tutti lo facevamo. Era diventata veramente una necessità.

Ti serviva qualcosa per tirarti su con gli allenamenti, poi ti serviva qualcosa per tirarti su prima del match e dopo ancora avevi bisogno di qualcosa per rilassarti e per cercare di dormire quando tutto era finito... ed il giorno dopo si ricominciava con questo circolo vizioso.
Io per esempio prendevo un sacco di efedrina, (una droga stimolante simile alla cocaina, che aumenta l'attenzione e la carica fisica per combattere la stanchezza ndr.), in special modo alla mattina, così da cominciare bene gli allenamenti e la giornata.

Molti altri invece usavano la cocaina per tirarsi su. Le mode di quegli anni erano quelle. Prima dei match non potevo non prendere l'efedrina o la speed, senza quelle non avevo la carica giusta per poter portare a casa l'incontro come dovevo.


L'efedrina e la cocaina, però, non erano le uniche sostanze utilizzate. Dopo i match, infatti, serviva qualcosa per distendere i muscoli e rilassarsi, qualcosa che non facesse sentire neanche il dolore delle botte prese la sera prima; quindi si prendeva il Vicodin, o il Percocet o l'Asenlix o ancora l'Halcion.

Queste cose le prendevano anche molti miei amici che si occupavano di football e di NFL, era ormai diventata una moda tra tutti gli sportivi di sport da contatto.
Un buon 90% di tutti i wrestler che conoscevo all'epoca facevano uso di queste droghe e medicinali.

L'unico che io ricordi essere pulito, perchè alla fine è una scelta se utilizzare droghe o meno, era George Gray (conosciuto sul ring come One Man Gang ndr.) e pochissimi altri." .

Powered by: World(129)