PROTAGONISTI

Jeff Hardy vuota il sacco: "Vi racconto tutti i miei problemi con la droga"

-  Letture: 1942
by Marco Enzo Venturini

Il campione di coppia rivela tutti i guai che negli anni gli ha provocato l'abuso da sostanze stupefacenti.

Jeff Hardy ha avuto problemi di dipendenza da droghe e medicinali. Il fatto è risaputo e abbastanza di dominio pubblico tra gli appassionati di wrestling e non solo quelli che seguono esclusivamente la WWE. Ma ora lo stesso campione di coppia di Raw ha deciso di parlarne apertamente.

Lo ha fatto in un recente episodio di 'Art of Wrestling', il podcast curato da Colt Cabana.

E Jeff non si è certo nascosto, raccontando segreti anche molto pesanti del suo burrascoso passato: "Ho sempre avuto problemi di dipendenza. La prima volta che ho assunto sostanze stupefacenti avevo 22 anni ed era la droga da stupro.

Da lì iniziarono i problemi, perché quando una persona assume quel tipo di sostanza è finita e comincia a condurre un'esistenza davvero folle".

Il momento in cui perse davvero il controllo, secondo quanto ammesso in prima persona, fu nel 2009.

Anno in cui peraltro era WWE Champion.

All'epoca Jeff era alle prese con un infortunio al collo e soffriva anche di due ernie al disco. In più doveva combattere con la sindrome delle gambe senza riposo, un morbo che impone di muovere senza sosta gli arti inferiori.

E la fittissima agenda della WWE non lo aiutava certo a combattere i suoi demoni.

"Ero per strada dal venerdì al lunedì. Il martedì tornavo a casa e il mio personale weekend era composto dal mercoledì e dal giovedì.

Non avevo tempo di sfogare la tensione e precipitai nel tunnel della droga", ha spiegato ancora Hardy, che poi è anche entrato nello specifico: "Il Vicodin, gli oppiacei e gli stimolanti si sono trasformati in un problema troppo grosso per poterlo gestire.

Avevo oltrepassato il limite e sapevo di doverne uscire, perché la mia vita era a rischio".

Da qui la decisione di lasciare la WWE per curarsi, ma il nuovo contratto offertogli dalla TNA non gli permise mai di ripulirsi del tutto.

Jeff continuò ad abusare di droghe, fino ad arrivare a Victory Road 2011, evento in cui non poté combattere il previsto match per il titolo mondiale contro Sting perché sotto il pesante effetto di sostanze stimolanti.

L'episodio è stato confermato anche da Eric Bischoff, all'epoca a capo della TNA e che ha confermato come quella notte sarebbe stato impossibile per Jeff combattere.

"Quella notte cambiò per sempre la mia intera vita - ammette oggi Jeff -.

Sting è uno dei miei idoli e quella notte combinai un casino. Fu il momento in cui capii di essere andato troppo in là e che dovevo dare una svolta alla mia esistenza".

Jeff Hardy per i suoi problemi personali fu anche arrestato nel 2010 e nel 2011 finì addirittura in prigione.

.

Powered by: World(129)