PROTAGONISTI

CHANGE OF PLANS? BELIEVE THAT

-  Letture: 836
by Gai Dillinger Maito

By Gai Dillinger Maito

Wrestlemania, lo Showcase of Immortals, il Grandaddy of 'em All si avvicina. L'apoteosi dello sport-spettacolo dista solo un giorno di distanza. Le mie ultime impressioni di tutto l'evento ve le ho già riportate settimana scorsa sempre quì, oggi, a Gai Dillinger Maito non resta altro di cui parlare se non di uno dei veri protagonisti del PPV, Roman Reigns.

Attenzione; Ciò di cui vi faccio presenti non è dettato da una forte vena di soggettività nel mio ente primo, bensì da un cambbiamento di mentalità che ho notato in molti di voi.

Non è stato per niente raro che, immediatamente dopo la decisione della dirigenza di proporre Roman futuro top face della compagnia, abbia sentito sentenze come "A me sta bene che un beg man come Reigns stia nel main event dello Showcase", "Roman Reigns rispecchia perfettamente i canoni prototipici del beg man WWE, quindi va benissimo!" oppure anche "Seth Rollins non avrebbe meritato la valigetta, non è proprio pronto e penso lo diverrà solo tra alcuni anni, mentre Roman è un dinamico Powerhouse, mi piace!". 

Allora, tutta l'attenzione dei fans era spostata su Roman Reigns e sul suo dinamismo e Seth Rollins se lo cagavano relativamente in pochi, ora la frittata è stata girata completamente; di colpo i fans non ritengono più pronti Roman Reigns per una simile investitura, la stessa che dovrebbe spettare soltanto ad atleti davvero meritevoli e che sappiano reggere tale onere sulla propria schiena, e Seth Rollins invece? Da diversi mesi a questa parte costui viene costantemente osannato come se fosse il Messia scesa nella terra dei mortali (e non mettiamo in mezzo la somiglianza relativa) e non è più raro che senta commenti tipo "Seth salvaci tu, casha quella valigetta!", "Seth, cucciolo, ti prego casha Domenica notte!" quando, non dico ai tempi della ROH che sarebbe esagerato, ma ai tempi del suo stint ad NXT, allo Shield e alla sua vittoria della valigetta questi fans erano i primi ad affermare che Rollins non sarebbe stato pronto per un simile spot nel PPV più importante della compagnia di Stamford, pagherei oro per sapere le opinioni antecedenti a quelle attuali sul vostro "pupillo Tyler", e credetemi che quest'apostrofe vorrei rinfacciarla ad una persona che ho scolpita bene nella mia testa. Ah, e c'è anche chi, ragionevolmente, ha posto le proprie scuse all'atleta dell'Iowa. Stendiamo un velo pietoso su quest' occasionalismo, che è meglio.

Infatti io vi dico che mi accorsi del grande talento di Rollins (non voglio mentirvi, in ROH non ho avuto modo di seguirlo) già dal suo stint ad NXT quando divenne il primo NXT Champion della storia. In quel momento ho pensato che quest'atleta o ha già le qualità necessarie per farsi strada tra le valli del Main Roster, o le avrebbe certamente acquisite col tempo. Quindi in poco tempo, Seth Rollins divenne il mio atleta preferito ad NXT, e non solo per la bravura sul quadrato o per il fatto che fosse campione; io ho sempre provato una gran simpatia per gli Hardcore Kids (passatemi il termine) e per gli ex indy guys, in quanto sono questi coloro che davvero hanno fatto breccia nel cuore dei loro fans e che hanno sfondato davvero. Vedasi CM Punk, uno degli esperimenti maggiormente riusciti dell'era moderna, in ottica WWE.

Tornando a Roman Reigns, i fans vogliono forse apprendere una motivazione valida dell'astio nei suoi confronti, ebbene, a me sta bene che Roman venga imposto come top guy della compagnia malgrado le sua doti precarie, ma hanno corso troppo, è stato inserito prematuramente in qualcosa che attualmente non è roba per lui. E' impreparato per avere lo spot più importante della compagnia che spetterebbe solo a performers idonei, è impreparato per raccogliere prematuramente l'eredità di John Cena nonchè di coloro che sono stati sconfitti dalla bestia fatta persona, negli ultimi anni. E sapete perché è inviso inoltre? Perché nonostante le sue doti non idonee, la WWE ha sbagliato completamente approccio con lui come col pubblico. E ora, come per miracolo, tutti ad osannare Seth Rollins ed ad inveire contro Roman Reigns, quando poi nel breve passato gli stessi fossero ben consci di ciò a cui stessero andando incontro con la sua gestione errata. 

Mi sta bene che Roman Domenica sconfigga Brock divenendo il World Heavyweight Champion, ma non con quest'approccio; infatti, logica vuole che una vittoria pulita del samoano arebbe ai limiti della coerenza e della realizzabilità, quindi l'approccio già è errato e le conseguenza le abbiamo constatate tutti di persona. Ritengo che al Grandaddy, un approccio diverso nonchè il vociferato colpo di scena sarebbe quello che la WWE dovrebbe mettere in pratica per salvare il Main Event dello show. E non sto pensando all'incasso di Seth Rollins perché, perdonatemi ma per quanto mi piacerebbe tantissimo, ritengo che solo nel periodo post-Wrestlemania si potrà cominciare a parlare seriamente di questo. Ah e tra parentesi, pagherei oro, pagherei oro per sapere in anticipo le opinioni dei fans occasionali del ragazzo una volta che avrà incassato con successo, oppure invano come anche si dice. E credetemi se vi dico che sono veramente in tanti, e a pochini di loro sputerei anche in faccia. Addirittura? Eh sì.

Cosa stavo dicendo su Roman? Ah già, per i motivi sopracitati ritengo che non sia questo l'approccio adatto con lui e col pubblico; Una vittoria sta bene, ma non pulita; una vittoria pulita è cio di cui più non ha bisogno in questo momento delicato per lui, al contrario un turn heel con vittoria sporca da parte sua sarebbe l'ideale per coprire le sue lacune (magari affiancandogli un manager) e per dare una ragione ora giustificata per renderlo inviso al pubblico. Questo è ormai l'ideale per lui e per lo show, se Seth incassasse bene, se no non m'interesserebbe al contrario dei tantissimi occasionali che di colpo lo osannano come la Madonna a Medjugorje. 

Ok, spero che l'articolo vi sia andato a genio, io, Gai Dillinger Maito vi saluto con affetto e vi auguro un buon PPV. Ciao!

Powered by: World(129)