APRON RING

The Prizewriter - Come un'oasi nel deserto

-  Letture: 742
by Ernesto Bosio

Nella scialba costruzione di Summerslam solo un match si eleva...

Tornato dalle vacanze, appena in tempo per scrivere quest'editoriale estivo, la situazione non è delle più rosee. Summerslam appare costruito come un blockbuster cinematografico:
tanta carne al fuoco, tanti buoni match sulla carta, ma una costruzione davvero scialba per la maggior parte di essi.

I match principali appaiono in ombra, vuoi il match per il WWE Title che non ha costruzione, vuoi quello per il titolo Universale che è un'accozzaglia di big man e basta, vuoi quello per l'Intercontinentale che non c'è, salvo modifiche dell'ultimo minuto, o vuoi quello per lo US Title che, invece di regalarci una rivalità da sogno fra 2 dei migliori performer attualmente in circolazione, è stato affidato all'overbooking con l'inserimento di Shane, come se i due non potessero farcela da soli.

L'eccezione però c'è, personalmente è il match più atteso di Summerslam, ovviamente stiamo parlando di Seth Rollins e Dean Ambrose contro i campioni di coppia di RAW, Sheasaro, per i titoli.

Raramente una storyline ben orchestrata vede volutamente il sancimento del match la settimana prima del ppv. Può succedere per defezioni (vedi il caso di Sasha Banks vs Alexa), ma arrivare alla costruzione di un match in questo modo è una scelta quantomeno rara.

In questo caso però davvero funzionale, perché il rapporto fra i 2, nelle ultime settimane, è stato un continuo tira e molla, un 'evoluzione costante, che ha tenuto tutti col fiato sospeso.
Alla fine dopo la scazzottata il colpo di scena: si è optato per una riappacificazione nel nome di "il nemico del mio nemico è mio amico".

Entrambi ne escono rafforzati come personaggi di spessore, anche psicologico, Dean dimostra di non essere fesso, di avere memoria (cosa assurda in WWE) e di avere un cuore grande, alla fine cosa lo dimostra più del perdono?
Seth da parte sua sembra finalmente (con un anno in ritardo) avere completato il suo percorso di redemption, e ora finalmente grazie anche all'aggiunta di "BURN IT TO THE GROUND" nella theme, fighissima a mio modo di vedere, può essere finalmente un personaggio tifato e tifabile.
L'atmosfera per la loro unione è stata incandescente, il super coinvolgimento del pubblico fa pensare, permettetemi il paragone matematico, che il loro sodalizio sia piu come una moltiplicazione che come una somma.

Mai, da un po' di tempo a sta parte, nessuno dei due aveva ricevuto neanche la metà del tifo di lunedi sera.
In più intriga molto vederli sul ring contro una coppia di ex acerrimi rivali, un po' come sono stati loro, per un match che si preannuncia incandescente e dall'ottimo lottato.

Chi vincerà a Summerslam quindi? E' difficile a dirsi, tutto fa pensare che questo ravvivato sodalizio sia solo un modo per turnare heel facile facile uno dei due ex Shield, con Dean ambrose in pole position per il ruolo che 3 anni fa fu di Seth...

Che questo voltaggabbana accada già al Biggest Party of the Summer? O prima i due vinceranno match e titoli, si consolideranno e domineranno la categoria tag team per mesi per poi vedere consumarsi il viscido tradimento alla perdita dei titoli? Difficile a dirsi, e ciò è il bello di questa interazione, piena di sorprese e in continua e imperturbabile oscillazione fra una possibilità e l'altra, come dovrebbe essere sempre il wrestling, e come troppo spesso non è ...

Chapeau WWE per questo, e grazie, per una volta, ve lo meritate. .

Powered by: World(129)