APRON RING

Focus on: i leggendari quattro

-  Letture: 623
by Federico Gatto

L'idea di ritornare ai classici eventi annuali cancellando i PPV mensili: una follia?

Un'arena piena di cittadini americani paganti è sempre vantaggiosa e conveniente. Nei vari PPV che vengono proposti con cadenza mensile l'affluenza di pubblico locale non è certo un problema. Merito del prestigio costruito negli anni, il nome WWE come garanzia di divertimento; un gruppo di appassionati che vengono a sapere dello show in città e vogliono accaparrarsi subito i biglietti per vedere i propri idoli o quantomeno la disciplina amata.

Fan di vecchia data e nuovi, uno spettacolo sempre gradito insomma. E questo giova anche all'aspetto della diretta televisiva, un'arena piena o comunque gremita di persone urlanti crea sempre una certa atmosfera, rendendo il tutto più coinvolgente.

Sarebbe una follia concellare gli eventi speciali, i cosidetti pay per view, o anche solo ridurli drasticamente di numero. O forse no? Vorrei condividere la mia idea a riguardo ed esprimere la mia opinione senza fronzoli: trovo inutili e riempitivi i vari Battleground, Payback e tutta la schiera di PPV nuovi che intercorrono tra i classici quattro nati inizialmente.

Great Balls Of Fire poi ha confermato la mia tesi: non c'è prestigio in un evento creato dal nulla, nemmeno tematico tra l'altro. L'ultimo Money In The Bank è stato bruttino ma è sempre influente nelle attuali dinamiche di Smackdown; Baron Corbin va a spasso con la valigia e Jinder Mahal è ancora campione.

Io ritornerei ai vecchi quattro ed eliminerei tutto il resto, ma senza rinunciare agli incontri particolari. Una volta si poteva programmare un Elimination Chamber o un Hell In A Cell all'interno di un contesto come Summerslam o Survivor Series, senza ricorrere a forzati match a stipulazione speciale nei PPV tematici.

Che annoiano sempre, guardacaso. Una serata speciale ogni tre mesi, ma preparata meglio a differenza delle aleatorie rivalità che vengono create a tavolino e casualmente. C'è troppa carne al fuoco in un periodo in cui il prodotto è calato di qualità, un'incongruenza assurda.

NXT, Raw, Smackdown, Main Event e altre rubriche del Network. Più non piace più propongo? Non credo abbia senso. Io propendo per il poco ma buono. O volete per caso contraddirmi dichiarandovi interessati al prossimo main event dello show blu? Mi immagino che qualità potrebbero avere una rivalità e degli incontri preparati, e di conseguenza attesi, lungo l'arco di tempo di tre mesi.

Wrestlemania, Summerslam, Survivor Series e la Royal Rumble, niente più e niente meno. Tagliare il superfluo. .

Powered by: World(129)